Contatti

Per contattarmi, scrivere all’indirizzo: posta@micheletortorici.it

Su Facebook la mia pagina ufficiale è “Michele Tortorici poeta”

Su Wikipedia la voce “Michele Tortorici” è solo nella versione in francese. Si trova qui.

4 comments for “Contatti

  1. anna
    28 dicembre 2015 at 19:25

    Grazie Michele per i libri e le Poesie il mio augurio di cuore anna de angelis Giontella
    Sia il 2016 ricco del tuo poetare. so …so Almanacchi Almanacchi nuovi ma ora non voglio pensare anna

  2. anna
    28 dicembre 2015 at 19:23

    Grazie Michele per i libri e le Poesie il mio augurio di cuore anna de angelis giontella

  3. Paolo Bolasco
    28 maggio 2015 at 11:07

    Caro Michele, ieri dopo il teatro , anche se era tardi, mi sono ..attardato a curiosare sul tuo sito; ho letto avidamente la tua pagina sul “Silenzio del mare”, poi ho continuato a leggere Fine e Principio, belle pagine in cui la piccola Lucrezia diventa protagonista inconsapevole. Anche io ho due nipotini che mi nutrono di gioie inaspettate. Ho continuato poi ,attratto dalla mia passione per Dante, ( si lo so ti meraviglierai, ma dai 45 in poi sono stato inesorabilmente attratto dal mondo della poesia, di Dante in particolare dalla figura di Ulisse e da tante altre cose che per me genericamente appartengono al mondo della Cultura.) a leggere il tuo saggio sulla Luna di Dante ( perché è scritto con la D minuscola ?).Poi non il sonno ma la consapevolezza di aver fatto troppo tardi mi ha consigliato ad interrompere la lettura ed ad andare a dormire. Stamattina ho ripreso la lettura e mi sono imbattuto nella pagine sulla metafora e su quella pagine meravigliosa dell’incontro tra Penelope ed Odisseo che giustamente ci hai invitato a leggere : e come si potrebbe non leggere all’infinito quei versi, una volta scoperti . Spero che non ti offenderai se riesco SOLO a dire che scrivi molto bene e che i tuoi scritti sono ricchi di contenuto e di novità : non sono un poeta e tradurre in parole i sentimenti è dono vostro. Ciao Paolo B.

  4. Francesca Gorruso
    16 aprile 2013 at 20:02

    Leggo spesso, e con grande piacere, i suoi commenti a fatti, persone, testi letterari e non, con la bella sensazione di trovarmi ancora nel suo corso di aggiornamento sulla poesia dello scorso marzo, esperienza coinvolgente e gratificante che ha rinvigorito le mie personali motivazioni nella scelta dell’insegnamento, mestiere sempre più complesso e sempre meno riconosciuto. La scuola può salvarsi solo grazie ai docenti (qualche buon ministro, tuttavia, darebbe una bella mano…), docenti che ancora credono nella bellezza e nell’utilità di ciò che trasmettono e lei, in tal senso, è un vero “attivista”! Ancora grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *